Dopo più di un secolo salta la processione della Madonna della Neve a Torre Annunziata. L’emergenza Coronavirus cancella un altro appuntamento molto sentito in città, dopo quello della rievocazione del 5 agosto.

Inizialmente si era pensato anche di mettere in piedi una funzione in Villa Comunale con la presenza del Quadro della Vergine Bruna. Poi l’aumento dei contagi e le ultime ordinanze emanate dal governatore Vincenzo De Luca hanno fatto desistere Monsignor Raffaele Russo e il resto degli organizzatori.

Proprio il parroco rettore della Basilica ha ufficializzato al nostro giornale la cancellazione della processione della Madonna della Neve. “Di concerto con il Vescovo di Nola Francesco Marino e il sindaco Vincenzo Ascione abbiamo deciso di non far uscire il Quadro. Stiamo pensando ad attività alternative che rispettino tutte le norme di sicurezza con ingressi e uscite contingentate”.

“C’è naturalmente maggiore preoccupazione rispetto al 5 agosto - ha proseguito Monsignor Russo - Ma grazie alla collaborazione con le forze dell’ordine, con l’Amministazione, con la Misericordia e le altre associazioni organizzeremo una festa che sia semplice e rispettosa dei protocolli. Certamente non ci sarà l’affluenza solita degli altri anni, ma il culto per la Madonna della Neve c’è sempre. Ho chiesto un servizio di vigilanza serrato, installeremo degli schermi in piazza Giovanni XXIII dove sarà possibile seguire le funzioni e i concerti che si terranno dal 21 al 23 all'interno della Basilica. Infine, per non far venir meno lo spirito della festa, abbiamo richiesto l’installazione delle luminarie per piazza Giovanni XXIII”.

A malincuore hanno dovuto accettare la decisione anche i pescatori. “Ho trovato grande disponibilità da parte loro negli incontri che ho avuto nelle scorse settimane la situazione è complicata è tutti ne sono consapevoli”. Infine Monsignor Russo ha voluto lanciare un messaggio ai fedeli. “Non vi affollate in chiesa e sfruttate anche i mezzi tecnologici che avremo a disposizione per lanciare una preghiera alla Madonna”.