Prosegue il lavoro della capitaneria di porto di Torre del Greco in merito all’operazione “Mare Sicuro”, finalizzata a tutelare l’ambiente marino e l’incolumità dei bagnanti.
In ragione di ciò, sono stati sanzionati 5 diportisti per aver violato l’ordinanza di sicurezza che vieta la navigazione e l’ancoraggio entro la fascia dei 100 metri dalle coste rocciose, mentre altri 6 conduttori di unità sono stati sanzionati per la mancanza a bordo della documentazione prevista dal codice della nautica sul diporto.
Anche il soccorso in spiaggia ha subito un sensibile incremento. Sono state organizzate infatti delle pattuglie miste con personale sanitario della CRI pronte ad intervenire in caso di malori dei bagnanti. Con queste disposizioni è stato già soccorso un minore colto da arresto cardiocircolatorio, anticipando l’intervento del 118 e scongiurando così una tragedia.
Diverse le chiamate anche al numero di emergenza 1530, tra cui una il giorno di ferragosto a favore di due naviganti rimasti bloccati in mare mentre la loro mezzo imbarcava acqua al largo di Portici; i due sono stati prontamente accolti a bordo della motovedetta e scortati verso il Granatello.
Diverse altre segnalazioni sono giunte per emergenze ambientali relative a rifiuti in mare e scarichi nocivi, su cui sono intervenuti i militari al fine di identificare le sostanze e limitarne la diffusione.