Ore frenetiche a Torre Annunziata. E’ caccia aperta all’assassino di Maurizio Cerrato. Il 61enne è stato ucciso ieri sera a colpi di compressore e coltello, al termine di una lite per motivi di parcheggio, avvenuta in via IV Novembre.

Ai carabinieri Maria Adriana, la figlia della vittima, ha raccontato che il papà era intervenuto per difenderla. Secondo la sua ricostruzione le persone presenti al momento del delitto erano 5, con un solo esecutore materiale, ora in fuga.

In queste ore i carabinieri, guidati dal maggiore Simone Rinaldi, stanno convocando in caserma tutti i familiari del presunto assassino, per provare a chiudere il cerchio. Il fuggitivo avrebbe le ore contate.

Le novità

il commento

l'intervento di Libera

Il messaggio

Lo sfogo della figlia

La ricostruzione

Il caso