Rissa in stile medievale nel cuore di Terzigno. Dalle parole si è passati alle mani e per finire è spuntata addirittura un’ascia. A sedare gli animi sono stati i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Torre Annunziata che hanno arrestato con l’accusa di rissa aggravata Giuseppe Auricchio, Juan Carlos Frascati e Raffaele Licone, tutti già noti alle forze dell’ordine.

I tre sono stati sorpresi e bloccati nei pressi di un bar a corso Leonardo da Vinci, mentre al culmine di una lite per futili motivi, si picchiavano a calci e pugni tra loro. Tutti sono stati medicati dai sanitari dell’ospedale di Boscotrecase per lesioni guaribili, tra i sei e gli otto giorni. Con successive verifiche i carabinieri hanno accertato, anche dalla visione delle immagini della videosorveglianza di un bar, che durante la rissa Auricchio era armato di un’ascia di 40 cm che è stata rinvenuta nei pressi e sequestrata, con la quale ha ferito, superficialmente, Frascati al petto.

Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati accompagnati nelle loro abitazioni agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo.