Trasferimento della medicina nucleare del Cmo: il comune di Torre Annunziata non si esprime e il Difensore Civico Regionale nomina Vittorio Galatro commissario ad acta.

Con una nota protocollata l’11 luglio 2019 il dottor Giuseppe Fortunato ha ufficializzato la decisione di nominare un commissario che sostituirà l'ente oplontino nella vicenda relativa al trasferimento della medicina nucleare del Cmo. Il Comune infatti aveva l'obbligo di  concludere il procedimento nei termini prescritti dal Difensore Civico. Obbligo al quale l'Ente non ha ottemperato. Entro i termini prefissati dal Difensore Civico Giuseppe Fortunato sono giunti i pareri di Asl e Regione Campania, ma non da parte del comune di Torre Annunziata.

La lettera è stata inviata al sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione, al direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud Antonietta Costantini, al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e al Comitato Lavoratori del Cmo,  

Toccherà quindi al dottor Galatro, già Segretario Generale provinciale, Difensore Civico Emerito, il compito di acquisire tutti gli atti e “concludere senza indugio il procedimento autorizzatorio, sulla base della richiesta, con provvedimento espresso e motivato” sul trasferimento della medicina nucleare del Centro Medico Polispecialistico di Torre Annunziata.