“Una situazione inaccettabile. Ci sono 69 lavoratori che aspettano inutili inerzie burocratiche, entro 20 giorni bisogna dare una risposta”. Il difensore civico regionale Giuseppe Fortunato ha incontrato una delegazione di 40 persone appartenenti al Comitato lavoratori del Cmo rimasti senza lavoro dopo la chiusura della medicina nucleare del polo specialistico di Torre Annunziata.

Un incontro che ha suscitato la reazione dell’avvocato Fortunato il quale, attraverso una nota protocollata e inviata al comune di Torre Annunziata, alla direttrice del dipartimento di prevenzione Asl Napoli 3 Sud Adele Carotenuto e al neodirettore generale dell'asl Napoli 3 Sud Gennaro Sosto, ha sollecitato “l’autorizzazione all’esercizio di struttura sanitaria, ancora inevasa dal 18 luglio scorso. Si invita il comune alla chiusura della procedura entro 20 giorni”.

Soddisfatto il comitato lavoratori: “E’ stato un incontro prolifico – ha spiegato Emmanuele Sindona, portavoce del comitato –. Il difensore civico si è dimostrato ancora una volta dalla parte dei lavoratori, a differenza dell’amministrazione comunale di Torre Annunziata”.

Nei prossimi giorni previsto anche un incontro con il nuovo direttore dell’Asl Napoli 3 Sud, Gennaro Sosto, cha ha preso le redini lasciate da Antonietta Costantini a inizio agosto: “Lei ci ha negato qualsiasi tipo di confronto – ha concluso Sindona -. Speriamo che il dottor Sosto non faccia altrettanto e si dimostri interessato ai nostri problemi”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"