“Con la consueta iniziativa del mercato del pesce del 23 dicembre e la sagra di qualche mese fa, ci leghiamo sempre più alle nostre origini marinare”. Michele Avitabile, tra gli organizzatori dell'iniziativa, commenta così quella che ormai è divenuta parte integrante del calendario di eventi di Torre Annunziata: il mercato del pesce. Evento storico per la città che vede nelle due antivigilie i momenti clou di quello che da sempre ha caratterizzato la storia di Oplonti. La città, infatti, fin dalla sua epoca romana è stata il porto commerciale della vicina Pompei e la tradizione marinara ha poi fatto il resto.

“Questi giorni – continua Avitabile – fanno rivivere molto di più questo quartiere e danno lustro all’intera città. Negli anni passati questi momenti sono stati accolti con entusiasmo da tanti torresi e non che si sono riversati nelle strade cittadine. Quest’anno la coincidenza con la notte bianca non fa altro che migliorare l’evento”.

All’appuntamento di quest’anno saranno presenti 12 stand che esporranno i prodotti del mare, alcune bancarelle che lo cucineranno sul posto e dal palco che sarà allestito in piazza si esibiranno i cantanti e comici.

“Dobbiamo riaccendere la speranza per la città – conclude Avitabile – ed iniziative simili vanno esattamente in questa direzione”.

vai al video