Un’intensa attività di controllo e di monitoraggio del mercato settimanale da parte della Polizia Locale e del Settore Fiscalità locale per combattere l’abusivismo commerciale. È questa una delle battaglie che il sindaco di Boscoreale, Peppe Balzano, e la sua amministrazione stanno tuttora cercando di portare avanti nel tentativo di rimpolpare le casse comunali. “Solo nella giornata di ieri - argomenta il sindaco - gli operatori della Polizia Locale hanno sequestrato a un venditore abusivo di colore, che alla vista degli agenti è scappato, trenta paia di scarpe contraffate di note griffe”.

A partire dal mese di gennaio, l’attività di monitoraggio ha fruttato circa quattromila euro dagli spuntisti, cioè da quei commercianti ambulanti che, non avendo fissa collocazione nel mercato settimanale, vi partecipano ugualmente per poter esercitare le loro attività. Nel merito, interviene anche il vicesindaco Lello De Falco: “Da controlli sporadici degli anni addietro che fruttavano molto poco alle casse comunali, siamo passati ad un’azione costante che sta dando i suoi frutti”. Inoltre, De Falco sottolinea l’instaurazione di una rinnovata sinergia con l’associazione degli ambulanti: “Stiamo portando avanti un’azione sinergica che sta dando i suoi frutti in termini di ordine e disciplina all’interno del mercato settimanale. Stiamo anche valutando la possibilità, per gli assegnatari degli stalli, di introdurre un sistema di pagamento settimanale di occupazione suolo pubblico, al pari di quanto avviene per gli spuntisti,  che permetterà ai commercianti di non vedersi gravare di una spesa tutto in una sola volta e al comune di introitare risorse settimanalmente. Per migliorare le condizioni di sorveglianza, sempre d’intesa con l’associazione di categoria, stiamo anche valutando la possibilità di dotare ogni commerciante assegnatario di un apposito tesserino da esporre all’interno della struttura”.

Ulteriore operazione atta a favorire il commercio, questa volta nella centralissima piazza Pace, è stata il  rilascio, in via di prova, di autorizzazioni per l’occupazione di alcune aree della piazza utilizzate da due bar e da un paninoteca. De Falco, avvertendo l’esigenza di fare chiarezza, precisa: “Premesso che siamo stati ben lieti di accogliere le istanze che ci sono pervenute da tali commercianti, abbiamo applicato le tariffe vigenti e non abbiamo regalato nulla a nessuno come qualcuno vorrebbe sostenere”. Il vicesindaco continua enunciando i termini dell’accordo: “I due bar, per un’occupazione di 10 mq di suolo per un periodo che non va oltre il 15 luglio, hanno rispettivamente pagato 132 euro (dal 15/6 al 7/7) e 176 euro (dal 13/6 al 15/7). Occupazione di suolo prevista per dodici ore giornaliere. La paninoteca, per un occupazione di 10 mq di suolo per il periodo 23/6 – 9/7, ha pagato 39 euro per sei ore giornaliere, dalle 18,00 alle 24,00”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"