Ha minacciato e percosso la sua mamma per costringerla a dargli i soldi utili per acquistare una dose di droga.

E’ finito in manette un 33enne originario di Sant’Antonio Abate, paese alle falde dei Monti Lattari, raggiunto da un ‘ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Torre Annunziata: l’uomo, un tossicodipendente già noto alle forze dell’Ordine, è ritenuto responsabile di estorsione, lesioni personali e danneggiamento ai danni della madre convivente, di 51 anni.

Le indagini dei carabinieri della stazione locale che hanno portato al provvedimento erano iniziate con la denuncia della signora presentata dopo ripetute minacce, ingiurie, percosse e lesioni subite dal figlio per ottenere denaro per l’acquisto di droga.

L’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Poggioreale.