"A Mondragone la situazione è incancrenita da almeno dieci anni, ma tutti hanno girato la testa". Parole di Vincenzo De Luca che, poco fa, ha parlato in diretta Facebook fornendo un aggiornamento sulla situazione focolai e scontri nella città del casertano.

"La questione spetta in primo luogo al ministero dell'Interno, alla Prefettura e alle forze dell'ordine - ha aggiunto De Luca -. Il problema esisteva già, ma negli ultimi anni si è fatto finta di non vedere. Quando siamo andati a fare test negli appartamenti abbiamo trovato persone ammassate e affitti in nero pagati a cittadini italiani, eppure nessuno ha visto e fatto niente".

"La Campania? Al netto dei focolai di Mondragone è una regione a zero contagi - ha detto il governatore -. Nei prossimi giorni saremo noi a cercarli: vogliamo risolvere il problema in maniera definitiva per tutelare la salute dei nostri cittadini. Faremo tamponi di massa laddove dovessero verificarsi dei contagi".

STOP CONTAGI

Il fatto

boom di positivi

il caso

Il nuovo attacco