Mentre nella mini zona rossa dei palazzi ex Cirio di Mondragone uno dei cinque stabili diventa "Covid free", in città si registra una piccola bufera poi rientrata per un "gaffe" commessa dal Comune, che sul proprio sito pubblica i nomi dei 18 residenti fuori dalla zona rossa per i quali è stata disposta la quarantena domiciliare. Una mattinata iniziata con la diffusione veloce dei nomi dei 18 cittadini positivi, una lista che per errore è finita sul sito dell'amministrazione retta da Virgilio Pacifico; in breve quasi tutti i mondragonesi sapevano chi erano i contagiati, sebbene siano tutti asintomatici e tutti dovranno ovviamente restare a casa. La lista è stata rimossa.

LA SITUAZIONE.  Sono 79 i positivi attuali in provincia: 61 sono di Mondragone, di cui 43 individuati nei palazzi ex Cirio dove risiedono centinaia di immigrati bulgari di etnia rom, già tutti trasferiti in strutture sanitarie. I 18 che vivono all'esterno della 'mini zona rossa' stanno bene e dovranno rimanere in quarantena domiciliare per due settimane.

Qualche preoccupazione per l'azienda agricola di Falciano del Massico, nel Casertano, dove sono risultati contagiati dal Coronavirus 27 lavoratori, collegati al focolaio dei palazzi ex Cirio: il sindaco Erasmo Fava ha emesso un'ordinanza di chiusura dell'aziend