“Il dramma nella vita non sono gli errori ma arrendersi davanti agli errori”. Sono le parole dell'arcivescovo di Napoli, Domenico Battaglia, nel corso dell'omelia per la messa dell'Epifania che ha presieduto nella Cattedrale.

Alla messa erano presenti rappresentanze delle diverse comunità di stranieri che vivono a Napoli. Parlando dell'esperienza dei Magi, monsignor Battaglia ha detto che è "normale che ci siano giorni nella nostra vita che brancoliamo nel buio. Anche nella vita di Gesù la stella si oscurò, quando giunse a Gerusalemme, quel venerdì Santo".

"Allora la nostra Epifania è una questione che guardano lontano", ha detto ancora "perché vediamo l'infinito in un bambino". L'arcivescovo ha ricordato ai fedeli presenti che "Cristo ad ogni uomo indica la rotta" e che "se non apri all'uomo non vedrai nessun stella e che Dio è una stella in fondo al cuore di tutti".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"