Chiuse piazze ad alto flusso di persone e ulteriore stretta di vendita alcolici. E in più, un’ordinanza anti lucciole e un rafforzamento della videosorveglianza.

Sono queste le principali contromisure adottate dal sindaco di Pompei Carmine Lo Sapio, a quattro giorni dagli ultimi episodi di violenza in città. Un’escalation criminale che ha gettato nel terrore i cittadini. Il primo cittadino questa mattina ha incontrato a palazzo De Fusco tutte le Forze dell’Ordine che operano sul territorio. E’ stato fatto il punto della situazione. L’obiettivo è porre un freno, per quanto di propria competenza, agli episodi di violenza spesso legati alla Movida.

Tra le contromisure che verranno messe in atto “ad horas” ci sarà “un’ulteriore stretta alla vendita di alcolici e superalcolici in determinati orari. Verranno inoltre chiuse alcune piazze cittadine, iniziando da Piazza Falcone e Borsellino, per rafforzare il divieto di assembramento”.

I vigili urbani avranno il compito di controllare il territorio in modo molto più incisivo e con un presidio costante, affinché il divieto di transito dei motorini, emanato nei mesi scorsi, venga fatto rispettare in maniera ancora più puntuale. Disposto anche un rafforzamento della videosorveglianza grazie alla quale tutte le Forze dell’Ordine presenti sul territorio potranno avere sotto controllo un’area più vasta della città. Oltre a questo, previsto un incontro con il dirigente degli Affari Generali per accelerare il più possibile l’assunzione di nuovi agenti di Polizia Municipale e superare così la carenza di personale.

In fase di studio anche l’introduzione di un Daspo urbano per arginare il fenomeno delle “lucciole”. Un punto che – ha assicurato il primo cittadino - verrà discusso già nel prossimo consiglio comunale.

Il fatto

l'identikit

gli sviluppi

il fatto