I carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno eseguito stamattina un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale partenopeo, nei confronti di 14 persone, ritenute responsabili in concorso di truffa ai danni di ente pubblico, contraffazione di certificazioni e falsità commessa da privati.
L’indagine, da settembre 2009 ad oggi, ha portato all'arresto di 400 persone e al sequestro di beni per 20 milioni di euro.

Secondo la Procura i soggetti destinatari della misura falsificavano verbali di accertamento di invalidità dell’ASL, utilizzando timbri e sigilli falsi dello Stato. Circa un milione di euro l'ammontare del danno all'INPS.