Ancora furti nel centro storico di Napoli.  Presa di mira la nota pasticceria Carbone in via dell'Anticaglia.

Lo rende noto il consigliere regionale della Campania di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli: "Non è soltanto quello turistico il flusso che caratterizza il centro storico di Napoli. C'è quello criminale e delinquenziale che sta mettendo in ginocchio imprenditori e negozianti. La notte tra il 18 ed il 19 luglio, un uomo, camuffato con berretto e mascherina chirurgica, si è introdotto, dopo aver forzato la saracinesca, nella pasticceria Carbone di via dell'Anticaglia dove ha manomesso il registratore di cassa per portare via l'incasso, come si vede dalle immagini del circuito chiuso". Il consigliere Borrelli chiede l'intervento tempestivo delle forze dell'ordine per gestire l'emergenza.

 "Questore, Prefetto e Ministro dell'Interno devono collaborare per studiare un piano d'intervento che arresti l'ondata criminale che si è abbattuta su Napoli e che sta investendo in particolare il centro storico che soprattutto al calare della sera diventa terra di nessuno. Occorre un irrobustimento della rete di videosorveglianza e una maggiore presenza di agenti sul territorio. I troppi furti e rapine che si stanno registrando stanno, dopo l'emergenza covid e assieme all'attuale crisi economica, vanificando i benefici portati dalla crescita del turismo. Ora occorre intervenire con determinazione", conclude Borrelli.
 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"