Il poker è servito. Quarto successo di fila per il Napoli che al San Paolo supera di misura una coraggiosa Spal. Anche quando l'attacco non brilla, è la terza linea a risolvere il rebus e a regalare il tredicesimo successo in campionato ad Ancelotti.
La vita è adesso. Ancelotti non guarda all'Inter e palesa rispetto nei confronti di una Spal che soprattutto contro le grandi ha sempre indossato il suo vestito migliore. Le diffide di Koulibaly e Insigne non destano preoccupazione: entrambi titolari in una sfida da vincere per trascorrere serenamente il Natale. La parola chiave di Semplici, invece è densità: tanti uomini in mediana a complicare il giro palla - a tratti lento - degli azzurri.

La sblocca Raul. Il Napoli interpreta a menadito il suo copione: tanto possesso e tanta pazienza contro gli emiliani che non regalano nulla, difendono con ordine tenendo la linea piuttosto alta. Il primo squillo è del redivivo Rog: buono il suo spunto, meno il suo sinistro che termina docile tra le braccia di Gomis. Al 10' gli azzurri la sbloccano ma l'urlo viene ben presto smorzato da La Penna che col supporto del VAR giudica irregolare la posizione di Insigne, ritenendo ininfluente l'intervento di Cionek sul destro a botta sicura di Mertens. Sono ancora i minuti finali, stavolta del primo tempo, a sorridere ai partenopei. Mertens, da calcio d'angolo, apparecchia per la zuccata di Albiol che libera il San Paolo in un pomeriggio uggioso e fin lì dal clima spettrale.

FenomenAlex. Il Napoli freme per chiuderla ed al rientro l'avvio è prorompente. Insigne accarezza la traversa; anche Callejon prova a dire la sua ma il suo lob viene disinnescato da Gomis. La Spal, anche in affanno, regge e non rinuncia, sui calci piazzati, a venir fuori. Meret accompagna in corner il destro del napoletano Schiattarella; anche Lazzari ha un sussulto ma l'estremo azzurro blocca senza problemi. E' il momento chiave ma il Napoli si scopre miope e non la chiude: Koulibaly, sul cross di Ruiz, sbaglia l'impossibile a due passi dalla linea di porta. A dieci dalla fine il tandem Mertens-Insigne manda in tilt i ferraresi, solo il palo nega agli azzurri il raddoppio. In pieno recupero viene fuori la Spal e per il Napoli la divina provvidenza assume i connotati di Alex Meret: è lui con due prodigiosi interventi a prendersi la copertina e a blindare un successo che sembrava ormai acquisito.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"