Ieri sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti nella notte a San Giovanni a Teduccio, quartiere dell'area orientale di Napoli, per bloccare, sul nascere, un rave party che, secondo quanto diffuso attraverso alcuni canali social, si sarebbe dovuto svolgere all'interno di un'area privata a cielo aperto.

I poliziotti hanno bloccato un giovane che si stava allontanando a bordo di un ciclomotore e che, poco prima, aveva allestito una postazione per una consolle musicale con un impianto elettrico. Poco dopo sono stati fermati altri due giovani, il deejay e l’organizzatore dell’evento, che stavano trasportando altri cavi, mixer, casse acustiche e diverso materiale musicale.

Gli agenti, dopo essersi accertati che all’interno dell’area non vi fossero altre persone, ne hanno affidato la custodia alla ditta preposta alla vigilanza. I tre uomini, due 19enni e un 24enne, sono stati denunciati per invasione di terreni e tutta l'attrezzatura è stata sequestrata. Il conducente del ciclomotore è stato sanzionato per guida senza patente.