Una cerimonia per onorare la memoria dei medici morti nella lotta contro il covid. E’ l’iniziativa dell’Ordine dei Medici di Napoli, che venerdì 20 febbraio, alla presenza delle famiglie onorerà i colleghi.

A queste verrà consegnata una medaglia d'oro alla memoria. Alla cerimonia sono stati invitati il presidente della Regione Campania, una rappresentanza della Curia Arcivescovile di Napoli e tutti i direttori generali delle Asl e delle Aziende ospedaliere e ospedaliere universitarie di Napoli.

Inoltre l’artista Luca Carnevale ha deciso di donare una sua opera all’Ordine dei Medici, la raffigurazione di un medico con le sembianze di un angelo dall'alto della sua nuvola continua ad aiutare i colleghi intenti nel salvare vite.

La cerimonia si svolgerà in occasione della Giornata nazionale dei professionisti sanitari, sociosanitari, socioassistenziali e del volontariato. ''A causa del Covid abbiamo dovuto dire addio a tanti colleghi che non ce l'hanno fatta, colleghi che sono caduti - dice il presidente dell'Ordine, Silvestro Scotti - e abbiamo voluto utilizzare l'immagine donataci da Carnevale come simbolo di questa giornata perché racchiude in sé non solo il nostro desiderio di onorare la memoria dei colleghi ma anche perché ben rappresenta la continuità di un'azione che si arricchisce nella condivisione delle esperienze. I medici che hanno combattuto il Covid in prima linea, che si sono ammalati e che sono venuti a mancare - afferma - ci hanno fatto dono di un lascito essenziale: ci hanno trasmesso un'esperienza che si è rivelata determinante nel prosieguo della pandemia per salvare tante altre vite. Quest'esperienza non è andata dispersa ed anzi è stata coltivata con grande attenzione e gratitudine''

Dal 19 al 21 febbraio inoltre la facciata della sede dell'Ordine, alla Riviera di Chiaia, sarà illuminata dal tricolore e sarà anche esposto un drappo che mostrerà la raffigurazione dell'opera di Carnevale.