Si rischia una multa fino a mille euro. Tra 24 ore scatta il lockdown voluto da Conte per Natale in tutta Italia.                            Il ministero degli Interni ha inviato una circolare ai prefetti, firmata dal capo di Gabinetto, Bruno Frattasi ribadendo l’importanza di garantire “i controlli lungo le arterie stradali e in ambito cittadino, per prevenire possibili violazioni alla restrizioni alla mobilità ovvero situazioni di assembramento e di mancata osservanza del distanziamento sociale”.                                Chi viola le norme del decreto Natale è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a 4.000 euro, multa che viene ridotta se si paga entro cinque. In caso di spostamento considerato fuori norma, le forze dell’ordine possono disporre il rientro di chi non ha rispettato le regole al luogo di partenza.        Gli spostamenti in case private Tra il 24 dicembre e il 6 gennaio è consentito  lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno; in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22  e nei  limiti di due persone.  Non  vengono ricompresi, in tale limite numerico, i  minori  di  14  anni.     Area rossa “Ferme  restando le  disposizioni  già introdotte dal decreto del 2 dicembre” spiega la circolare, “dal  24 dicembre al 6 gennaio nei giorni festivi e prefestivi si  applicano sull'intero territorio  nazionale  le misure previste  per la cosiddetta “area  rossa”,  cioè  i  territori  caratterizzati  da  uno scenario di  massima  gravità  e  da un  livello di rischio alto (scenario  di  tipo 4). Ne  consegue  che gli  spostamenti sono consentiti ricorrendo “comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità,  motivi di salute attestabili tramite autodichiarazione”.