Tre in totale i nomi dei medici dell’ospedale “San Leonardo” di Castellammare di Stabia, che figurano da ieri come atto dovuto nel registro degli indagati per il presunto omicidio colposo di Salvatore (di fantasia), il neonato morto a poche ore dalla nascita e dopo un trasferimento d’urgenza al reparto di cardiologia infantile del “Monaldi” di Napoli (vedi link correlati, ndr).

Le indagini sul presunto caso di malasanità restano affidate agli agenti di polizia di Torre Annunziata (agli ordini del primo dirigente Vincenzo Gioia e della vice Elvira Arlì), che lunedì mattina, intorno alle 8:30, hanno raccolto la denuncia presentata in commissariato dal papà di Salvatore.

Solo nella tarda mattinata di oggi il pm della Procura della Repubblica oplontina, Sergio Raimondi, disporrà l’esame autoptico sul corpicino di Salvatore, dopo il sequestro di entrambe le cartelle cliniche. L’autopsia giudiziaria avrà lo scopo di determinare i motivi del decesso: cause naturali o colpa medica.

I DETTAGLI

Neonato morto