“È questa la vera motivazione della sfiducia. È l’ultimo atto teso alla completa distruzione dell’area cimiteriale, non giustificabile se non per altri interessi”. A pochi giorni dalla revoca da assessore della giunta Uliano, a Pompei, torna a parlare Santa Cascone. Il motivo è la recente delibera 125 del 6 luglio, con la quale il capo dell’amministrazione dà il via libera definitivo al progetto targato D’Alessio per il camposanto cittadino, quello del gennaio 2014.

Ma non solo. Nel recente atto, che porta la firma proprio di Uliano, c’è un rigo che ha tutto il sapore dello scontro politico: “Revocare la delibera di giunta comunale numero 38 del primo marzo 2016”. Ovvero quella a firma della Cascone che richiedeva ai tecnici di Palazzo De Fusco una profonda rivisitazione del progetto cimiteriale. “Una scelta scellerata, che non conferisce dignità e decoro alla struttura – continua l’ex delegata ai lavori pubblici – L'attuale primo cittadino ha forse dimenticato le battaglie che lo hanno visto protagonista, prima come presidente del Forum delle Associazioni, dopo come candidato sindaco, contro lo stesso progetto che lui sta attuando. Che coerenza. Il nuovo piano era pronto, e lui lo sa bene”.

A fare da quadrato intorno alla Cascone l’intero gruppo consiliare che l’ha voluta al Palazzo comunale, Alternativa Pompeiana. “Sono ombre del passato sui loculi cimiteriali”, sostengono i tre di Messigno che puntano il dito contro ‘il nuovo corso’ dell’amministrazione dopo la fuoriuscita dalla maggioranza. “Cominciano ad emergere i veri motivi della sfiducia, che erano rimasti ancora sommersi da un velo di mistero. Cause che non sarebbero solo da ricercare nelle diversità di carattere come il primo cittadino aveva fatto emergere, ma nelle diversità di veduta su scelte politiche importanti come appunto la gestione del cimitero”.

Secondo il gruppo PD, “l’allora sindaco D’Alessio mise in campo la proposta progettuale di realizzazione dei loculi proprio negli spazi riguardanti il viale d’ingresso del cimitero vecchio e lungo il colonnato del nuovo cimitero. Un remake che si proietta alla stessa maniera. A cambiare sono solo i soggetti, ma non la sostanza, a quanto pare”. Infine, concludono i tre: “Il sindaco ha fatto il suo tempo”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

'Al via il progetto D'Alessio'