Coprifuoco alle 22 e divieto di spostamenti fra regioni. Queste le due regole principali in vista del Natale ai tempi del covid.

Questo il contenuto del messaggio partito dal governo Conte alle Regioni: "Difendiamo insieme l’impostazione e evitiamo deroghe perché potrebbero minare la tenuta stessa dell’impianto'', ha detto il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Francesco Boccia, a quanto si apprende, nel corso dell'incontro. ''È dovere di tutti noi evitare la terza ondata e mantenere l'unità tra livelli istituzionali e la leale collaborazione che ha caratterizzato gli interventi più delicati di questi mesi. Non abbiamo ancora deciso il periodo - ha aggiunto - e questa decisione verrà presa nel confronto finale in parlamento. La limitazione della circolazione tra regioni nel periodo festivo, si deciderà nel confronto in parlamento", ha detto ancora il ministro.

Secondo quanto si apprende, inoltre, nel corso del suo intervento all'incontro il ministro della Salute Roberto Speranza avrebbe aggiunto: "Resta la divisione del Paese in zone", anche se è ancora "in corso il confronto sulla ponderazione degli indicatori". Dai dati è "possibile che tutto il Paese nelle prossime settimane sia in zona gialla".