Nuovo caso di stupro a Torre del Greco. Una ragazza è stata stuprata in un albergo nella serata di venerdì. A denunciare il caso è stata la giornalista Monica Di Leandro. Il fatto è avvenuto a poca distanza dalla violenza subita da un’altra donna violentata da un uomo dopo un appuntamento avvenuto su Instagram.

Secondo quanto raccontato da Monica Di Leandro, in città per la presentazione di un libro al Centro Commerciale Naturale di via Scappi, ha raccontato di aver visto una ragazza a terra mentre tornava in albergo dopo una cena con amici.

La giovane era disperata e chiedeva se potevano comprare una pillola del giorno dopo. Subito sono state allertate le forze dell’ordine, con una chiamata al 112.

Aurora (nome di fantasia) era in evidente stato confusionale e raccontava di essere stata stuprata in un hotel. Solo grazie all’intervento di un’amica d Monica e quello successivo del maresciallo D’Aquino e del brigadiere Napoli si è convinta ad andare in ospedale per ricevere le prime

All’arrivo Aurora è stata poi ascoltata da una carabiniera, alla quale ha raccontato tutta la sua terribile storia.

“Mentre ci allontanavamo, abbiamo notato sul telefono di uno dei due militari la foto di una bimba- ha affermato Di Leandro- Probabilmente tutta la pazienza del mondo usata quella sera con Aurora, era scaturita dal pensiero che quella potesse essere una situazione in cui sua figlia avrebbe potuto trovarsi. Questo sono i Carabinieri: non solo multe, Ordine Pubblico, arresti. Se sulla strada, ciascuno di noi potesse vedere l’umanità utilizzata durante una notte fatta di arresti, di rapine, di anziani soli e di donne vittime di violenza, allora forse capiremmo un po’ di più di quello che c’è dietro quell’Uniforme, quelle stellette e quei nastrini - sotto il cui giuramento, ciascun Carabiniere è fedele alla Patria e alla salvaguardia di noi tutti”.