Soffriva di paresi alle zampe posteriori, gli è stata diagnosticata un'ernia del disco ed è stato sottoposto a un lungo e delicato intervento chirurgico. Il paziente in questione è l'orso bruno Peppe, esemplare maschio di circa 40 anni, nato allo zoo di Roma e da quasi trent'anni ospite di quello di Napoli.

I veterinari residenti dello zoo di Napoli - Pietro Laricchiuta, Pasquale Silvestre e Michele Capasso - hanno seguito la malattia di Peppe e, dopo la diagnosi, è stato deciso di sottoporlo a intervento in un centro specializzato in neurochirurgia per animali, la clinica veterinaria Roma Sud. Qui l'animale è stato sottoposto a Tac dall'equipe del dottor Daniele Corlazzoli, neurochirurgo, confermando la diagnosi di ernia del disco.

L'unica possibilità era un delicato intervento chirurgico sulla colonna vertebrale, primo in Italia su questa specie e forse secondo nel mondo. Tutta la procedura è durata 12 ore. L'orso ha superato l'anestesia ed è tornato allo zoo di Napoli. I veterinari, fiduciosi, valutano costantemente lo stato di salute dell'orso e sperano che Peppe possa recuperare quanto prima l'uso delle zampe posteriori.