3 ordinanze di custodia cautelare in carcere, 2 ai domiciliari e 2 obbighi di firma. Sono questi i numeri dell'operazione condotta questa mattina all'alba dai carabinieri di Torre Annunziata nei confronti di 7 indagati accusati, a vario titolo, di tentata estorsione, spaccio di sostanze stupefacenti e lesioni aggravate. 

Le indagini, avviate dai Carabinieri di Trecase, sono partite a febbraio dello scorso anno in seguito ad una aggressione da parte di due individui (con il volto coperto da passamontagna ed uno armato di bastone chiodato) ai danni di un sorvegliato speciale. Nel corso dell'attività investigativa realizzata con servizi di osservazione e intercettazioni telefoniche, sono stati individuati il mandante ed uno degli esecutori materiali del pestaggio, è stato chiarito il movente di tale aggressione, che si è scoperto essere il tentativo di recuperare il credito di stupefacente vantato nei confronti della vittima. Durante il periodo delle indagini sono stati inoltre monitorati circa 330 episodi di spaccio di sostanze stupefacenti avvenuti, in 30 giorni circa, all’interno dei locali commerciali all’insegna “Bar Gigi”, nel rione “Murattiano” di Torre Annunziata.

E' stata denunciata inoltre per spaccio di sostanze stupefacenti una persona di Boscotrecase (classe 1988), nonché segnalati quali assuntori di sostanze stupefacenti circa 20 acquirenti, provenienti dai comuni limitrofi e del napoletano, nonché dall’agro nocerino-sarnese, sequestrando 22 dosi di marijuana (20 gr. circa) e 1 dose di hashish (1 gr. circa). E' stato infine sottoposto a sequestro il locale con l’insegna “Bar Gigi”, base operativa dell’attività illecita e trasformato a rivendita al minuto di sostanze stupefacenti.

vai alle foto

Conclusi interrogatori

gli sviluppi

L'operazione