Un opificio clandestino è stato sequestrato dai carabinieri di Boscoreale.

Il sito tessile era stato ricavato nel magazzino di una 47enne incensurata del posto ed era privo di qualsiasi autorizzazione. Nel corso della verifica inoltre sono stati individuati 3 lavoratori “in nero” (2 italiani e un bengalese, ndr) e riscontrate ben 12 violazioni in materia di igiene e sicurezza sul lavoro.

Al sequestro dei locali si sono aggiunte sanzioni amministrative per 96mila euro.