Il difensore Civico Regionale ha invitato il comune di Torre Annunziata a fornire spiegazioni sul debito Oplonti Multiservizi. A renderlo noto sono i vertici dell’associazione “La paranza delle idee”.

Una serie di scadenze non rispettate alla base della richiesta: dal 6 maggio scorso, data dell’istanza di chiarimento presentata dall’associazione, nulla sarebbe stato fatto dall’amministrazione comunale oplontina.

“A nulla sono valsi – ha spiegato Claudio Bergamasco, presidente dell’associazione - i confronti avuti con il sindaco Vincenzo Ascione, con il segretario comunale, con il ragioniere capo, in Commissione Trasparenza e con l’Osservatorio per la Legalità. Confidiamo che l'attenzione per la trasparenza che di recente ha caratterizzato il dibattito politico locale possa venire in nostro soccorso e aiutare a chiarire una vicenda per la quale, al netto degli aspetti procedurali, bisognerebbe capire soprattutto perché, pur potendo, non sia stata chiusa nel 2010, quando il Comune avrebbe spuntato una cifra molto inferiore”.