“No a consulenze per intentare cause nei confronti degli operatori sanitari”. E’ stata questa la presa di posizione del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Torre Annunziata.

Secondo quanto riferito dalla presidentessa Luisa Liguoro e dal consigliere segretario Ester Di Martino, pare che ci siano campagne pubblicitarie da parte di studi, che offrono aiuti gratuiti e anche altri incentivi.

Questo il commento del Consiglio. “Esprimiamo formale disapprovazione e disappunto verso tali pratiche reclamistiche che, senza alcuna comprensione del momento drammatico che il nostro paese sta vivendo, invitano ad agire in giudizio contro gli operatori sanitari impegnati nella gestione della emergenza. Soprattutto in questo preciso momento storico, memore del ruolo sociale che essa svolge, l’Avvocatura è chiamata a considerare il supremo sacrificio che i medici, ma non solo, stanno affrontando, pagando, spesso con la vita e sempre con la sicurezza dei propri cari, il rispetto del giuramento che li impegna, a qualunque costo, alla difesa della vita ed al sollievo della sofferenza.

Il fondamentale diritto al risarcimento dei danni ingiustamente subiti da chiunque, che deve essere sempre traguardato attraverso i canoni dei valori etici e deontologici del Professionista, oggi più che mai non può essere oggetto di una capziosa esortazione alla lite”.

“Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata – si legge nella nota- da sempre impegnato attraverso le attività di formazione alla sensibilizzazione dei propri iscritti al rispetto dei principi deontologici, esprime profonda ammirazione e gratitudine verso chi, troppo spesso vilipeso nella quotidianità, oggi in prima linea rischia la propria vita per salvare quella degli altri".