Liberato lungo l'A1 nei pressi di Orvieto, grazie ad un blitz della polizia.

E’ di Gragnano l’imprenditore 57enne sequestrato martedì scorso da due uomini di 40 anni nati in Francia ma di origine magrebina. Arrestati i due, con l’accusa di sequestro di persona, mentre continuano le indagini degli inquirenti sul ruolo avuto da una terza persona che ha partecipato al sequestro.

Secondo una prima ricostruzione, la banda avrebbe preso con la forza Vincenzo Fontanella (questo il nome dell'imprenditore). Lo hanno messo nella loro auto, sottraendogli il cellulare. Poi nei pressi di Orvieto, dopo quasi 350 km, è stato liberato grazie a un blitz della Polizia.

In buone condizioni l’imprenditore vittima della vicenda, ma ancora sotto choc. Ha raccontato che la ragione del gesto è da ricondurre a presunti crediti (sui quali stanno indagando gli inquirenti) reclamati dal gruppo di sequestratori.

La liberazione