Ottaviano è stata colpita da una tragedia terribile. Ora è il momento di pregare per la vittima di questo bruttissimo evento e per i due feriti”.

Il sindaco di Ottaviano Luca Capasso ha commentato così la tragedia di questo pomeriggio quando un boato fragoroso ha devastato la Adler Plastic, società del gruppo Scudieri. Nel tremendo scoppio ha perso la vita Vittorio Lanza, un operaio 55enne: inutili i soccorsi e il tentativo di rianimazione effettuato sul posto dopo l’arrivo dei sanitari del 118. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Nell’incidente sono rimaste coinvolte altre due persone: un ferito grave trasportato a Nola dove è stato sottoposto anche ad intervento chirurgico; e un ferito, fortunatamente in maniera lieve, visitato all’ospedale Cardarelli di Napoli. Secondo una prima ricostruzione, al momento della deflagrazione all’interno dell’azienda c’erano 14 persone (11 dipendenti e 3 amministrativi, ndr).

Gli inquirenti stanno lavorando sulle cause che hanno portato alla tragedia. Forse lo scoppio di una bombola del gas, forse altro. Ogni dettaglio non è lasciato al caso: farà luce la Procura della Repubblica.

“Su richiesta dell’Arpac  - ha spiegato il sindaco Capasso - ho disposto con una ordinanza il divieto di raccolta e commercializzazione dei prodotti agricoli nel raggio di 1 km dal luogo dell’esplosione avvenuta oggi ad Ottaviano. I tecnici hanno provveduto a montare le centraline per rilevare la qualità dell’aria. Chiedo infine di chiudere le finestre a scopo precauzionale, in attesa dell’Arpac che effettuerà a brevissimo tutti i rilievi”.

vai alle foto

vai al video

funerali e lutto cittadino

gli esami dell'Arpac

il commento

i dettagli

L'esplosione