“Quello che sta succedendo a Torre Annunziata in queste ore ha dell’incredibile. Lo sgombero di palazzo Fienga è divenuta un’emergenza anche se non lo è”. A poche ore dal fatidico sgombero coatto di Palazzo Fienga, il Movimento 5 Stelle cittadino attacca l’amministrazione sulle modalità adottate per gestire la situazione. “È una questione aperta da anni – dicono – quindi c’era tutto il tempo per organizzare l’operazione in maniera efficiente. Invece, riscontriamo una disorganizzazione tragica”.

Il coro di polemiche cittadino cresce sempre di più, nonostante il dicktat di Procura e DDA è netto: entro domani mattina le famiglie che occupano il palazzo di via Bertone devono lasciare le loro case portando con se tutti i loro averi.

“Vi pare possibile che le istituzioni non sanno dove sistemare le famiglie?” Si chiedono i 5 stelle che continuano: “Hanno avuto anni per pensarci, per trovare soluzioni accettabili come case vuote, sfitte, magari di proprietà del comune o delle strutture alberghiere e invece che fanno? Mandano le famiglie sgomberate nei box di via Tagliamonte o li accampano in una scuola torrese come se fossero dei terremotati”.

Le lacune di questo intervento, secondo i grillini, sono tante: “Manca il deposito dove custodire i beni mobili delle famiglie. Inoltre nei box, di pochissimi metri quadrati, sembra che manchi anche l’acqua”. Anche il tempo di permanenza è un dato sensibile: “Conoscendo le modalità utilizzate dall’amministrazione, è prevedibile un nuovo post terremoto come nell’80. Questa situazione andava gestita molto prima, c’è stato tutto il tempo necessario per trovare una soluzione ‘definitiva’ ed accettabile per queste famiglie. Palazzo Fienga andava sicuramento sgomberato ma la gestione doveva essere migliore. Questa – concludono – è l’ennesima sconfitta della nostra città e la dimostrazione della pochezza di questa amministrazione”.

Una giornata storica

Sannino accusa il M5S

Armi e munizioni

I motivi dello sgombero

Le motivazioni della Dda

Le dichiarazioni dell'On. Luisa Bossa

Sgomberato Palazzo Fienga

L'ultimo atto

La rivolta di via Isonzo

La 'task-force' per l'emergenza