“Lo sgombero di Palazzo Fienga, storica roccaforte del clan Gionta, è un segnale importantissimo. Lo Stato ripristina la legalità senza abbassare la testa”. Sono le parole dell’Onorevole Luisa Bossa, membro della Commissione antimafia.

La deputata del PD torna sugli avvenimenti che hanno caratterizzato i giorni immediatamente precedenti la data odierna: “In queste ore – ha detto – si registrano a Torre Annunziata momenti di grande tensione. Anche per questo ritengo necessario manifestare pubblicamente la mia solidarietà, il mio sostegno e la mia vicinanza alle istituzioni del territorio impegnate in questa difficile operazione”.

Infine, ha concluso la parlamentare, “bisogna ringraziare soprattutto gli esponenti politici del territorio che stanno conducendo una battagli di grande coraggio e valore civile”.

Una giornata storica

Sannino accusa il M5S

Armi e munizioni

I motivi dello sgombero

Le motivazioni della Dda

Sgomberato Palazzo Fienga

L'ultimo atto

Su Palazzo Fienga il M5S attacca l'amministrazione

La rivolta di via Isonzo

La 'task-force' per l'emergenza