Nella mattinata odierna, a Pimonte, i Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia, in esecuzione di un'ordinanza di applicazione della misura coercitiva della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta di questa Procura della Repubblica, hanno proceduto all'arresto di un 29enne del luogo, gravemente indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti dell'ex convivente e dei figli minorenni.

Le attività d'indagine, condotte dai militari della Stazione Carabinieri di Gragnano e coordinate da questa Procura della Repubblica, hanno permesso di appurare che l'uomo, nonostante fosse stato già condannato in passato per il medesimo reato e fosse decaduto dalla potestà genitoriale, tra il mese di marzo ed il mese di ottobre di quest'anno avrebbe maltrattato l'ex compagna ed i figli minori, sottoponendoli a continue vessazioni psico-fisiche ed angherie e facendoli vivere in un clima di costante terrore e perdurante stato d'ansia per la propria incolumità.

In particolare, secondo quanto emerso dalle indagini, l'odierno arrestato non solo avrebbe più volte minacciato di morte l'ex compagna, arrivando ad aggredirla fisicamente di fronte ai figli, ma avrebbe altresì anche colpito uno dei bambini con pugni e schiaffi, cagionandogli ematomi su più parti del corpo. Espletate le formalità di rito, l'indagato è stato associato alla Casa Circondariale di Napoli Poggioreale. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"