Mercoledì 25 marzo alle ore 12.00 ci sarà la recita mondiale del Padre Nostro. Venerdì 27 alle ore 18.00, invece, ci sarà un momento di spiritualità da piazza San Pietro a Roma, completamente vuota a causa dell’emergenza Coronavirus, presieduta da Papa Francesco, con l’esposizione del Santissimo Sacramento e sarà impartita a tutto il mondo l’indulgenza plenaria.

Poco dopo la fine dell'Angelus, la Sala Stampa della Santa Sede ha emesso un comunicato per ribadire alcune particolarità dell'evento del 27 marzo, quando Francesco, "in questo tempo di emergenza per l’umanità" - si legge nella nota - inviterà "i cattolici di tutto il mondo a unirsi spiritualmente in preghiera con lui".

"La preghiera del Santo Padre - precisa il comunicato - potrà essere seguita in diretta tramite i media e si concluderà con la Benedizione eucaristica che sarà impartita “Urbi et orbi” attraverso i mezzi di comunicazione. A tutti coloro che si uniranno spiritualmente a questo momento di preghiera tramite i media sarà concessa l’indulgenza plenaria secondo le condizioni previste dal recente decreto della Penitenzieria Apostolica”.