Quattordici anni di pena per aver partecipato a quattro omicidi: è quanto stabilito dai giudici del tribunale di Napoli nei confronti di Salvatore Fiore, pentito col passato da killer per conto degli Ascione-Papale di Ercolano.

Stamattina la sentenza che rispecchia totalmente quanto chiedeva il pm della Dda Pierpaolo Filippelli, per il collaboratore che tanto ha contribuito alla risoluzione di delitti rimasti in sospeso per anni. Tempo fa, proprio Fiore si accusò degli omicidi di Vincenzo Scognamiglio, Vincenzo Abbate, Salvatore Madonna e di Agostino Scarrone.

Un enorme peso del quale il pentito sta cercando di alleggerirsi, dopo aver scelto di abbandonare la ‘famiglia’ e iniziare a collaborare con lo Stato.