"Napoli e il Mezzogiorno sono le realtà più penalizzate dalle scelte del Governo Meloni. I fondi per gli investimenti nel Sud sono bloccati e i tagli colpiscono le risorse per il trasporto pubblico locale, per la sanità e per le politiche sociali. Non possiamo rimanere in silenzio davanti a tutto questo" - è quanto dichiarano in una nota Giuseppe Annunziata e Francesco Dinacci, rispettivamente segretario e presidente del Partito Democratico Area Metropolitana di Napoli annunciando l'adesione dei Dem allo sciopero generale promosso per venerdì 1 dicembre da CGIL e UIL.


"Segnali preoccupanti arrivano anche per il comparto industriale campano, vista l'assenza di scelte efficaci per il settore automobilistico, la cantieristica e la logistica. Diverse aziende, specie quelle della grande distribuzione, sono in crisi e annunciano esuberi. Il Partito Democratico di Napoli è vicino alle battaglie di lavoratori e pensionati per la salvaguardia dei diritti e il rilancio dell'occupazione" - concludono gli esponenti Dem.  

 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"