Percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza. Nei giorni scorsi la guardia di finanza di Torre Annunziata ha eseguito due decreti di sequestro preventivo, uno emesso dal gip del tribunale oplontino e un altro dalla Procura, per un valore complessivo di 17 mila euro. Si tratta di una 57 enne di Boscoreale (G.P.) e una 30 enne di Castellammare (I.A.).

Sulla base delle indagini è emerso che avevano omesso di indicare, nelle rispettive dichiarazioni sostitutive uniche, l’effettivo possesso di cespiti immobiliari e la percezioni di redditi derivanti da attività imprenditoriale, al fine di accedere indebitamente al beneficio.

Si è provveduto anche alle perquisizioni domiciliari e al sequestro della carta Postamat di cittadinanza, più 2900 euro in contanti depositati sui conti correnti e un immobile pro quota, sino all’importo di 6mila euro nei confronti di P.G., e 1300 euro più due carte Postamat a I.A.

Le condotte fraudolente sono state segnalate all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per l’adozione dei provvedimenti.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"