Sequestrati e distrutti oltre 200 kg di tonno rosso, sanzionato il trasgressore.

La guardia costiera di Portici ha intercettato sul litorale di Ercolano, una persona intenta a sbarcare 4 esemplari di tonno rosso. Il trasgressore, alla vista dei militari, ha provato un maldestro tentativo di fuga, ma è stato immediatamente rintracciato. Oltre al sequestro del pescato non consentito, ha ricevuto una sanzione amministrativa di oltre 2mila euro.

Gli esemplari di Tonno rosso, per un peso totale di 200 Kg circa, a seguito dell’ispezione del medico veterinario dell’Azienda Sanitaria Locale NA 3 Sud di Portici venivano valutati non idonei al consumo umano, in quanto pericolosi per la salute pubblica, e pertanto avviati alla distruzione a cura di ditta autorizzata dal Comune di Ercolano.

Il tonno rosso, al pari del pesce spada, è considerata una specie ittica a rischio per la quale vige una normativa nazionale ed europea molto stringente. In particolare la pesca nel periodo di fermo biologico e la cattura di esemplari al disotto della taglia minima, ovvero che non abbiano raggiunto l’età riproduttiva, arreca un ingente danno alle specie alterando, inoltre, l’equilibrio dell’intero ecosistema.