Sequestrati circa 150 kg di pesce spada pescato illegalmente.

La Guardia costiera di Torre del Greco ha intercettato, sull’arenile in prossimità del “Lido Arturo”, nel tratto di giurisdizione del Comune di Ercolano, un’attività di sbarco illegale di 30 esemplari di pesce spada, tutti al di sotto della taglia minima consentita, ai fini della cattura e della successiva commercializzazione.

Ciascun esemplare, infatti, è risultato di una lunghezza alla forca compresa tra i 50 e i 70 centimetri, in evidente violazione al vigente regime internazionale di tutela e salvaguardia che, per tale specie, particolarmente sensibile, stabilisce una taglia minima di almeno 140 centimetri, partendo dall’apice della spada.

I militari sono prontamente intervenuti, ponendo immediatamente sotto sequestro tutto il prodotto ittico, per un peso complessivo di circa 150 kg e infliggendo al trasgressore una sanzione amministrativa di oltre 13mila euro.

Successivamente, grazie al puntuale intervento del dirigente medico del Servizio Veterinario dell’Asl, gli esemplari sequestrati sono stati devoluti in beneficenza a diversi enti ecclesiastici, presenti sul territorio Porticese e Torrese. Inoltre, tutti gli esemplari sono stati oggetto di rilevi biometrici, per le finalità scientifiche previste dalla stessa normativa internazionale di settore.

vai alle foto