Piano di Sorrento. Riprenderà domenica prossima, 8 gennaio, il ciclo degli appuntamenti mensili con il Mercato della terra organizzati da Slow Food. Più di cinquanta piccole aziende agricole della penisola sorrentina e di tutta la Campania si incontrano ormai stabilmente nel mercato ortofrutticolo centrale, con l’aiuto dei volontari della Condotta Slow Food Costiera Sorrentina e Capri e con il patrocinio della Città di Piano di Sorrento.

"La sovranità alimentare nelle mani di chi alleva la terra" è il messaggio dell'iniziativa lanciata da Slow Food. Alle ore 9,  l'apertura delle vendite sarà preceduta dalla benedizione del mercato del parroco Don Antonino Di Maio. Alle 11, poi, nell’angolo Slow Food Educa, Laboratorio della legalità, dibattito con i produttori di NCO, Nuova Cooperazione Organizzata.

Giuliano Ciano, presidente del consorzio NCO, illustrerà l’iniziativa “Facciamo un pacco alla camorra”. «Promuoviamo il territorio, valorizzando le esperienze che, oltre a produrre beni in ambito agro-alimentare, utilizzano beni confiscati alla camorra. Così - ha dichiarato Ciano - svolgiamo anche un'attività sociale, attraverso l'inserimento lavorativo in azienda o il recupero terapeutico di soggetti socialmente svantaggiati».

I prodotti di NCO potranno essere acquistati a partire fino alle 13:00 nello stand di NCO. Il dibattito sarà trasmesso in diretta streaming da Radio Web Siani, la radio della legalità.