“La prossima settimana parte l’avviso per la manifestazione d’interesse per i nuovi parcheggi”. È l’ultima iniziativa messa in campo dall’assessore Raffaella Celone, pochi giorni dopo la pubblicazione del piano spiagge e del bando per il ‘Lido Santa Lucia’. “È un atto propedeutico – dice – che ci porterà a stilare il piano parcheggi per la città”.

La Celone, in giunta dal luglio dell’anno scorso, ha le deleghe all’Urbanistica e alla Risorsa Mare a Torre Annunziata. Nonostante il lavoro di questi mesi, anche il suo nome, come quello degli altri colleghi, è stato messo in discussione dai giochi politici delle ultime settimane. Scontri e battaglie consumate nel silenzio assordante delle assenze in consiglio comunale, o in accese discussioni che hanno rimandato la tregua al prossimo, e qualcuno spera ultimo, rimpasto dell’era Starita.

“Abbiamo messo in campo una serie di progetti: i fondi Jessica, il piano spiagge e la nostra presenza al tavolo ministeriale per il Grande Progetto Pompei”.

Assessore, andiamo con ordine. Mi diceva del piano parcheggi.

“Dai prossimi giorni, privati cittadini che hanno spazi da poter destinare a parcheggi, possono presentare al Comune il loro interesse. Nella formulazione del ‘piano parcheggi cittadino’ si terrà conto di tutte le manifestazioni d’interesse che saranno pervenute”.

Dopo i crolli al Quadrilatero, si torna a parlare nuovamente di fondi Jessica.

“Purtroppo quelli relativi al quadrilatero carceri non erano fondi a cui potevamo più attingere. Abbiamo, invece, fatto richiesta per un finanziamento che ci servirà a riqualificare la darsena pescatori, i portici della ferrovia e l’area ex Ecoittica. Si tratta di 3 milioni e mezzo di euro a tasso 0 da restituire in 20 anni. In pratica lo paghiamo con i soldi delle entrate del nuovo mercato cittadino che sorgerà nella struttura di nostra proprietà”.

Il piano spiagge?

“Questo progetto, come tanti altri, l’abbiamo messo in campo grazie al lavoro di squadra tra noi assessori. Nel particolare con il piano spiagge ho lavorato insieme a Iavarone. Intendiamo regolamentare le attività e riqualificare gli arenili liberi della città: Capo Oncino, il Mappatella e le Sette scogliere a Rovigliano. Potranno insediarsi attività economiche che offriranno servizi ma manterranno le spiagge pulite”.

Infine il Grande Progetto Pompei: molti hanno la sensazione che sia l’ennesimo grande libro dei sogni.

“È sicuramente un’opportunità dalla quale non ci siamo sottratti, un attrattore importantissimo. A fine anno 2015 verrà redatto il ‘Piano di Gestione’ che includerà tutte le proposte che vengono dai nostri territori. A quel punto il Governo italiano dovrà mettere in campo tutte le energie per far finanziare progetti importanti per il rilancio turistico della buffer zone”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"