Un brutto episodio di razzismo ha coinvolto Amir Gassama, attaccante del Gragnano. Secondo quanto scritto su Facebook da Rosario Campana, allenatore che l’ha adottato quasi come un figlio in casa sua, l’attaccante guineano è stato aggredito da un gruppo di razzisti in piazza Carlo III a Napoli. Vari i messaggi di solidarietà verso Gassama, che all’inizio dell’anno aveva intrapreso una carriera tra i pro a Potenza, prima di tornare nella “città della pasta” per questioni burocratiche.

Questo il post scritto da Rosario Campana: “Mio figlio Amir aggredito e picchiato nei pressi di piazza Carlo III da un gruppo dii ragazzi RAZZISTI… Solo perché è di pelle nera... Non esiste ragazzo più buono di mio figlio... Luridi porci renderete conto a Dio. A noi non ci togliete mai il sorriso. Ringrazio Gaetano Di Liddo ed i suoi amici per essere subito intervenuti. Nauseato di questo mondo…”.

Foto Nunzio Iovene Il Cigno @rt