Questa mattina  dopo  il taglio del nastro  si è aperta la   terza   edizione   di “Eruzioni del Gusto” l’evento  sul turismo enogastronomico dei territori vulcanici giunto alla terza edizione e promosso   dalla Associazione  Culturale Oro Nero,  che si terrà dal 17 al 20 settembre negli spazi del  Museo Nazionale Ferroviario  di Pietrarsa  .  Una iniziativa  patrocinata  dalla Regione Campania dal Ministero della Cultura e delle Politiche Agricole  ,Centri di Ricerca scientifici e Università. Presenti tra gli altri l’Assessore all’Agricoltura  Nicola  Caputo, Nicoletta Gargiulo  presidente dell’ Associazione Italiana Sommelieres , Oreste Orvitti  Direttore del Museo Ferroviario che ospita l’evento.     

Si sono accesi  così i riflettori  su un evento  divenuto ormai una vetrina Internazionale del Turismo Enogastronomico che pone al centro Il vino e il cibo ed è un focus sulla valorizzazione dei territori attraverso l’elemento vulcanico , che a partire dalla Campania raggiunge tutta l’Italia, e pone  lo sguardo  verso il mondo.  Occasione per discutere di  cibo come espressione di culture, di modi di vivere, di identità.   E’ però anche un  viaggio tra i vitigni e la buona tavola che dall’Italia raggiungerà con le prossime edizioni anche  le  altre aree vulcaniche del pianeta . Occasione per   valorizzare i territori vulcanici del nostro Paese che non sono soltanto visti come un pericolo,  bensì  anche come crocevia di culture e contaminazioni partendo dal Vesuvio, dai Campi Flegrei, dalle isole del Golfo di Napoli, coinvolgendo le aree interne e costiere della Campania .

Negli  spazi espositivi  tra  le locomotive a vapore, sono  in mostra i vini delle aree vulcaniche e quelli delle aree vulcaniche della  Toscana, e naturalmente i vini della Campania che ospita l’evento  ed è  protagonista con i grandi vini  dei  Consorzi di tutela del Vesuvio Dop, del Sannio Dop, dell’Irpinia, di Caserta , Salernum Vites in collaborazione con i sommelier della AIS Campania. Non sono dimenticati  tra le Dop campane  protagoniste assolute,  il Consorzio  della Mozzarella di Bufala Campana, la ricotta di bufala campana, il provolone del Monaco e i limoni di Costa d’Amalfi e di Sorrento  la pizza e i dolci della tradizione, tutto da  affiancare alle degustazioni di vini .

“ Con  questa edizione si intende  rinnovare il lavoro avviato  quello di avere messo insieme viaggio vino cibo territorio -  spiega il Presidente  di ORONERO, Carmine Maione  -   Qui a Pietrarsa nasce il viaggio del 1839 con la prima ferrovia d’Italia e da qui parte l’itinerario per l’Italia e per il mondo. Con eruzioni del gusto  abbiamo messo assieme le più grandi produzioni campane e non solo verso un’unica direzione, trasformare la Campania in  vetrina internazionale del Turismo enogastronomico. E’ un progetto iniziato tre anni fa e con un  pizzico di ambizione sappiamo dove vogliamo arrivare   ”.

Insomma vulcanesimo e cibo si uniscono in un  magnifico connubio  grazie alla iniziativa  del Presidente  di Oro Nero, Carmine Maione , per diventare  fattori di sviluppo  economico sostenibili e una vetrina di prodotti di eccellenza e con  straordinarie offerte , tutto arricchito da dibattiti sul rilancio del turismo  enogastronomico.