“La sinergia tra i comuni del comprensorio è uno strumento utile per risolvere le problematiche amministrative che, quotidianamente, un sindaco viene chiamato a deliberare”. Commenta così il vicesindaco di Pompei, Pietro Orsineri, l’adesione alla Cuc da parte del comune di Poggiomarino.

Dal primo gennaio 2015 i Comuni non capoluogo di provincia, per acquisti di forniture e servizi, devono fare ricorso alla Centrale Unica di Committenza (Cuc). Il Comune di Pompei, per snellire i tempi della burocrazia, ha creato una committenza con Santa Maria La Carità, Sant’Antonio Abate e, da oggi, con Poggiomarino.

Per questo motivo il vicesindaco Pietro Orsineri, facente funzioni del sindaco, ha ricevuto il primo cittadino di Poggiomarino, Pantaleone Annunziata per la firma dell’adesione, chiesta da quest’ultimo, alla Centrale di Committenza del comune di Pompei.

Presenti all’incontro i Sindaci di Santa Maria La Carità, Giosuè D’Amora, e di Sant’Antonio Abate, Antonio Varone, che hanno aderito alla Cuc nei mesi scorsi.