“Ho accettato l’invito del sindaco a entrare nel centro operativo comunale di Poggiomarino, perché da medico ero e resto convinto di poter dare un piccolo contributo nella lotta a questa terribile emergenza che è il covid – 19 con idee e proposte, con il confronto istituzionale. Ma da venerdì, tramite pec, ho chiesto al primo cittadino la convocazione del coc senza ricevere alcuna risposta”.

A dichiararlo è Nicola Guerrasio, medico e consigliere comunale di minoranza, che segnala come da giorni sta chiedendo la convocazione del coc a Poggiomarino, senza ottenere risposta.

Ieri, intanto, si è tenuto il primo consiglio comunale della nuova amministrazione e la maggioranza si è rifiutata di parlare dell'istituzione della commissione speciale sul covid - 19, evitando di affrontare il punto all'ordine del giorno. Nessuna novità, inoltre, arriva sulle proposte dell’opposizione presentate qualche giorno fa: ristori alle attività commerciali e rateizzazione della Tari.

“Noi siamo sempre più preoccupati: i contagi aumentano, la gente è in difficoltà e questa gestione lascia perplessi. Chiediamo all’amministrazione comunale di mettere da parte le polemiche e fare presto”, spiegano i consiglieri Giuseppe Annunziata, Michele Cangianiello, Maria Stefania Franco, Nicola Guerrasio, Nicola Salvati e Rossella Vorraro.