Iniziano a delinearsi le compagini della campagna elettorale intorno a liste e nomi delle coalizioni che si opporranno a Vincenzo De Luca alla guida della Regione Campania.

La notizia del giorno è sicuramente il passo “di lato” da parte di Armando Cesaro, figlio del senatore Luigi, finito al centro di diverse inchieste negli ultimi tempi.

Cesaro, capogruppo uscente di Forza Italia al consiglio regionale, grazie all’ampio consenso ottenuto alla scorse elezioni, in una conferenza stampa ha annunciato “Per la serenità mia, della mia compagna e dei miei amici", ho scelto di non candidarmi . Si tratta di "una scelta personale, del tutto personale e ne ho perlato con il presidente Berlusconi e lui mi ha detto che non c'era nulla che ostava e osta alla mia candidatura".

Non manca la stoccata a Salvini, che nei giorni scorsi aveva chiesto “liste pulite” in Campania, riferimento nemmeno tanto velato proprio alla presenza di Cesaro nella coalizione di centrodestra “Come disse Filippo Turati alle Camere la ferocia dei moralisti è superiore solo alla loro stupidità" ha tuonato il consigliere, confermato che il leader leghista non avrà mai il suo appoggio in campagna elettorale.