Cinquanta ucraini in fuga dalla guerra, soprattutto donne e bambini. Anche Pomigliano d’Arco ha messo a punto la macchina degli aiuti e della solidarietà per l'Ucraina. Questa mattina il sindaco Gianluca Del Mastro, l’Assessore alle Politiche Sociali Salvatore Esposito e il Presidente del Consiglio Comunale, Salvatore Cioffi hanno incontrato una rappresentanza dei circa cinquanta cittadini ucraini arrivati da pochi giorni in città dopo essere fuggiti dalla guerra ed essere stati alloggiati presso una struttura alberghiera della città.

«È stato un incontro utile a testimoniare la solidarietà dei pomiglianesi e dell'istituzione comunale ai nostri fratelli ucraini che stanno soffrendo per gli orrori della guerra, ma soprattutto per offrire un aiuto concreto ai profughi e a quanti, in questo momento, sono alle prese con l'emergenza umanitaria - ha detto il sindaco Del Mastro. Abbiamo voluto sentire dalla loro voce quali sono le necessità più impellenti e offrire loro il nostro aiuto».

«Ci rendiamo conto che, in questo momento, il tempo è limitato e le necessità sono tante e in questi casi occorre organizzare al meglio la macchina della solidarietà e degli aiuti - ha proseguito il sindaco – che a Pomigliano è partita quasi immediatamente grazie anche alla solerzia del nostro Assessorato alle Politiche Sociali e delle associazioni cittadine, nonché della Protezione Civile. Per tutti abbiamo messo a punto un'accoglienza efficiente e che garantisce assistenza sanitaria e scolastica».


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"