Un Piano Urbanistico Comunale per cambiare il volto di Pompei. Il comune mariano accelera per l’approvazione del Puc. Questa mattina, la giunta comunale ha approvato le linee d'indirizzo per la definizione del Piano Urbanistico Comunale. Una delibera dettata dalla necessità di provvedere alla redazione del Puc in tempi ragionevoli.

L'obiettivo primario è quello di attivare un nuovo percorso di pianificazione al fine di valorizzare, tutelare e gestire il patrimonio ambientale, storico e insediativo e, allo stesso tempo, favorire uno sviluppo economico sostenibile con particolare attenzione al potenziamento e riorganizzazione del sistema produttivo e turistico. Come progettista e responsabile del procedimento è stato individuato il dirigente del V Settore, l’ingegnere Gianluca Fimiani. A lui, spetterà il compito di stilare un progetto preliminare muovendosi lungo le direttive indicate dall'amministrazione comunale.

Otto i punti fondamentali individuati con la delibera di giunta a cui il preliminare dovrà attenersi:

1. Attuare una crescita ordinata ed equilibrata che salvaguardi e valorizzi l'ambiente, prestando attenzione al centro abitato, agli ambiti al di fuori del centro abitato e al territorio rurale aperto, basando lo sviluppo del territorio sulla qualità e non sulla quantità.

2. Riqualificare le aree urbanizzate puntando sul recupero e la ricucitura del territorio già costruito, attraverso interventi di attuazione diretta o anche con permesso di costruire convenzionato, piuttosto che immaginare nuove espansioni.

3. Semplificare e razionalizzare il disegno urbano definendo gli interventi in rapporto alle concrete esigenze insediative della popolazione.

4. Disporre aree produttive in giusta ed equilibrata quantità per soddisfare le esigenze insediative delle aziende anche attraverso la procedura della manifestazione di interesse.

5. Riorganizzare i servizi pubblici e di pubblico interesse per rendere compatibile la loro fruizione con le esigenze di vivibilità del centro urbano;

6. Razionalizzare il sistema della mobilità e della sosta con lo scopo di liberare il centro dal traffico privato su gomma;

7. Recepire il nodo di interscambio “Pompei”, e realizzare il collegamento tra la Stazione FS linea Torre Annunziata – Salerno e la Stazione Circumvesuviana

8. Prefigurare interventi di riqualificazione delle aree e degli immobili di proprietà non escludendo la possibilità di insediare in esse funzioni diverse.

Dopo l'approvazione delle linee guida con delibera di giunta, l'iter amministrativo prevede la stesura, che il Comune di Pompei attuerà in tempi brevi, di un piano preliminare che sarà sottoposto alla consultazione delle organizzazione sociali, culturali, economico professionali, sindacali e ambientaliste. Al termine delle consultazioni e dopo le eventuali integrazioni, il preliminare sarà adottato dalla giunta e inviato alla Città Metropolitana di Napoli che a avrà 60 giorni di tempo per esprimere il proprio parere. Se sarà favorevole, il Piano Urbanistico arriverà all'attenzione del Consiglio Comunale per l'approvazione definitiva.