Giovanni Vangone sosterrà la candidatura a sindaco di Pompei di Carmine Lo Sapio. L’architetto, inizialmente candidato a sindaco alla guida di un raggruppamento civico, ha sciolto la riserva e questa mattina ha ufficializzato il passo indietro in favore del segretario PD. “Il mio non è un passo indietro, ma un passo di lato per consentire a Pompei di fare 100 passi in avanti” le parole di Vangone in conferenza stampa convocata questa mattina insieme a Lo Sapio.

“Giovanni (Vangone, ndr) farà parte della nostra squadra. Sono felice che abbia accettato il mio invito a partecipare al nostro progetto politico – le parole di Lo Sapio – A Vangone sarà affidato il coordinamento e l’esecuzione del programma elettorale. Nei prossimi giorni avremo da lavorare non poco su idee, proposte e progetti per la città. Tutto quello che presenteremo ai cittadini avremo la certezza che si tratti di proposte fattibili. Con l’impegno e la costanza, non ci vorrà molto per mettere in pratica le proposte”. Lo Sapio non ha risparmiato una stoccata alla precedente amministrazione.

“Chi ha guidato la città fino a pochi mesi fa era subalterno ai dirigenti comunali. Non posso accettare che la città venga amministrata da chi non è in grado di far rispettare l’indirizzo politico amministrativo, prerogativa di sindaco e giunta comunale. Se sarò eletto sindaco, a Palazzo De Fusco si cambierà registro”. 

“Io voglio un cambiamento radicale della politica, basata su obiettivi specifici per risolvere i problemi. – le parole di Giovanni Vangone - Non possiamo fare aggregazione se non ci sono obiettivi comuni. La mia esperianza professionale, dalla quale è nato il mio annuncio di candidarmi a sindaco, l’ho messa sul tavolo non come provocazione, ma per dare una scossa e favorire il dibattito su temi importanti per Pompei”.

 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"