Fumata nera per la proclamazione del nuovo consiglio comunale di Pompei.

A due settimane dalla tornata elettorale, resta ancora un dubbio da sciogliere in merito alla composizione della nuova assise che prendere il testimone lasciato prima da Pietro Amitrano e poi dal commissario prefettizio Santi Giuffré.

Il nodo da scogliere è relativo al posto conteso tra Aniello Di Maio e Giuseppa Maria Piedepalumbo. I due candidati, inseriti nella lista “Uniti per Pompei” a sostegno del sindaco Carmine Lo Sapio, secondo quanto emerso dal calcolo delle preferenze, da un solo voto. Al vaglio della commissione elettorale, che non si è ancora espressa, i verbali delle 24 sezioni per verificare l’effettiva conquista del seggio da parte di Aniello Di Maio. Secondo quanto trapelato dalle stanze di Palazzo De Fusco, a ballare sarebbero almeno 7 voti. Preferenze che rischierebbero di cambiare le carte in tavola.

Solo dopo la risoluzione della questione, verrà sciolta la riserva sulla nuova assise e la conseguente scelta della giunta che andrà a completare il consiglio comunale. Nel frattempo, però, continuano i summit tra le varie forze in campo per la scelta degli assessori. Nel tardo pomeriggio di oggi è previsto un incontro con il sindaco Lo Sapio, che ha già imposto l’ultimatum: la decisione deve avvenire entro questa settimana. Se non si è giunti a un accordo tra le parti, procederà autonomamente.